1) COLOSSEO E FORI ROMANI

Conosciuto in tutto il mondo, il Colosseo è forse la testimonianza più importante dell’antico Impero Romano, sopravvissuto nei secoli a terremoti e saccheggi di ogni tipo.

Simbolo della cristianità, a Pasqua è teatro della celebrazione officiata dal Pontefice massimo. L’Anfiteatro Flavio, costruito nel 72 d.c, è noto con il nome di “Colosseo” dall’enorme “colosso” eretto a poca distanza dall’anfiteatro raffigurante l’Imperatore Nerone. La statua originale è andata perduta. Per godere la migliore vista sul Colosseo bisogna arrampicarsi su Colle Oppio, dove ancora oggi c’è l’ingresso sotterraneo per la Domus Aurea, antica dimora di Nerone e visitabile esclusivamente con elmetto da archeologo.

2) FONTANA DI TREVI

Fontana di Trevi

La fontana più conosciuta e rappresentativa di Roma. Durante il giorno è affollata di turisti in cerca di uno scatto “magico” o di una monetina da lanciare nella vasca (si dice infatti porti fortuna!). La notte invece diventa il palcoscenico per una passeggiata romantica, inseguendo i passi di Anita Ekberg nella Dolce Vita di Fellini. Consiglio: dal Palazzo della Stamperia è possibile ammirare una vista dall’alto sulla fontana, generalmente l’ingresso è gratuito.

3) SANTA MARIA MAGGIORE

Basilica di Santa Maria Maggiore

In questa storica basilica papale, una delle più importanti di Roma, Gian Lorenzo Bernini, il maestro responsabile di molti capolavori del barocco romano, tra piazze, fontane, sculture e ponti, la fece grossa. In una lite con un rivale d’amore, ci mancò poco che lo uccidesse.

Fuori dalla chiesa, accanto a Palazzo Rospigliosi, è ancora visibile la scritta “qui visse Bernini”. La chiesa è un crogiolo di strati secolarizzati di arte cristiana, imperdibile. Come imperdibili sono le caffetterie e le gelaterie sulla piazza e la vicina Via Merulana.

4) GALLERIA BARBERINI

Palazzo Barberini

Questo meraviglioso palazzo barocco fu un tempo proprietà della famiglia dei Barberini, noti a Roma per il malaffare e la corruzione di cui si resero responsabili. Oggi le facciate ed i giardini sono in restauro, ma è possibile ammirare gran parte delle sale con i capolavori di Raffaello e Caravaggio. Imperdibile la sala con gli affreschi di Pietro da Cortona, la volta affrescata più magnificente di Roma dopo la Cappella Sistina. Attenzione a non perdere la stagione con i concerti da camera che si tengono all’interno del palazzo.

5) PALAZZO MASSIMO – MUSEO NAZIONALE ROMANO

Palazzo Massimo alle terme

Questo è uno dei quattro siti del Museo Nazionale Romano e probabilmente il più iconico. All’interno è possibile ammirare una collezione eccezionale di arte antica, con mosaici e pitture originali recuperate da antiche case romane. All’interno è possibile ammirare l’Ermafrodito Dormiente, splendida scultura greca di cui una celebre copia è conservata presso la Galleria Borghese e nota per il soffice letto di marmo che Bernini scolpì.

Il museo si trova a porchi passi dal Hotel Selene Roma e con lo stesso biglietto è possibile visitare anche Terme di Diocleziano, Palazzo Altemps, Crypta Balbi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>